Le nostre attività

I Nostri Viaggi

I Soci Raccontano

Portolano

Convenzioni

 

Attività esterne

Club Amici del Camper -

Attività anno 2007

Diamo un nome al Club

Assemblea statutaria 2007

Mondo Natura 2007

Considerazioni d'autunno

Collaborazione con la Pro Loco di Mirano

Auguri di Buone Feste

Attività anno 2008

Carrara: Fiera Tour.it

Legge sulla Rottamazione e Parcheggi ....

Presentazione nuovo libro

Rimini: Mondo Natura

Editoriale 2008

Nomina a Ivan Perriera

Rinnovo Cariche Eletto Nuovo Direttivo 2008

Attività anno 2009

Area Sosta Camper a Illasi -Vr-

Editoriale 2009

Mondo Natura -Rimini 2009-

Auguri di Buon Natale 2009

Attività anno 2010

Assemblea Ordinaria soci 2010

Due nuovi Gemmellaggi -2010-

Riunione statutaria

Nuova Area Sosta Camper -Pianiga-

Rinnovato il Direttivo per il triennio 2018-2021

Compiti statutari

Camping Key International

Eletto il Coordinatore Triveto UCA

Le iniziative di Unione Club Amici

Un po' di Solidarietà

Editoriale 2010

I Girasoli alla Fiera di Parma

Auguri di Fine anno

Attività anno 2011

Partecipazione a Carrara: Tour.It

Assemblea soci anno 2011

Editoriale Settembre 2011

Partecipazione alla Fiera di Parma

Festa delle Associazione a Porcia

Unione Club Amici: Incontro dei presidenti

Partecipazione al Zogo dell'Oca de Miran

Pro memoria-regolamento-

Aviano: Comune Amico

Unione Club Amici e FICM

Auguri natalizi

Attività anno 2012

Rinnovo Cariche: Eletto Nuovo Direttivo 2012-2015

Come avere la Camping Card International

Le iniziative di "Unione Club Amici" :

Amicizia tra il Club Valsusa e I Girasoli

36° Euro Raduno

Relazione annuale

Considerazioni al Rientro dalle Ferie estive

Direttivo 2012-2015

Rinnovato il Coordinatore UCA

Notizie da altri Club Associati UCA

Al Pranzo di Natale 2012 de I Girasoli:

Riunioni di Micologia

I Girasoli a Carrara: Tour.it 2013

Fiera di Roma

Obblighi Statutari..Relazione Annuale

Le iniziative di Unione Club Amici:

Lunardon Rino e Olga

Resterai sempre con noi..

Non solo gite..........

Nuova Area Sosta..

Sappada -Montagna Amica-

Riunione Presidenti di Area Nord Est

Auguri da un nostro socio

I Girasoli alla Fiera di Roma

RINNOVO CARICHE SOCIALI

Riunione Area Nord Est 2014

Iniziative Unione Club Amici :

Eletto il nuovo Direttivo per il triennio...

Relazione Attività anno precedente

Una tessera che può servire sempre....

RINNOVO ISCRIZIONE AL CLUB

 

Link Consigliati

Caravan e Camper

Aree Sosta (Italia)

AC Caravan

Raduni in Italia

Meteo

Quotidiani: Ansa

Quotidiani: Affari e Finanza

Quotidiani: Corriere della Sera

Quotidiani: Il Giornale

Quotidiani: La Stampa

Quotidiani: Il Gazzettino

Quotidiani: La Repubblica

Quotidiani: Il Mattino di Padova

Quotidiani: La Nuova Venezia

Quotidiani: La Gazzetta dello Sport

Unione Club Amici

 

 

SEZIONE ANNO: 2015  2014  2013  2012  2011  2010  2009  2008  2007 

Riunione Presidenti di Area Nord Est



RIASSUNTO DEL VERBALE ASSEMBLEA ORDINARIA DELLA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIVENETO DELL’UNIONE CLUB AMICI


Sabato 23 novembre 2013 si è riunita nell’aula Magna della Scuola Giovanni XXIII° di Pianiga l’Assemblea ordinaria annuale dell’Associazione UCA – Unione Club Amici, Circoscrizione del Triveneto, per discutere il seguente ordine del Giorno:


1 - Situazione iniziative UCA

2 - Situazione iniziativa Montagna Amica

3 - Vetrofanie (importanza dell'iniziativa e procedure per attuarla

4 - Fiere Nord Est

5 - Camping Card.

6 - Iter e comunicazioni “Consegna Targhe”

7 -Varie ed eventuali


FotoAssume la Presidenza dell’Assemblea il Presidente dei “Girasoli” e Coordinatore Sig. Dino Artusi il quale constata la presenza di rappresentanti di n. 8 Club Associati chiamando a fungere da Segretario dell’Assemblea il Dr. Sandro Azzolini che dichiara validamente costituita l’assemblea ordinaria.

Prima di passare all'esame dei punti all'O.d.g. prende la parola il sig Federico Calzavara, assessore alla cultura del Comune di Pianiga, il quale dando il benvenuto, porge i saluti di tutta l'Amministrazione Comunale ed augura all'assemblea buon e proficuo lavoro.

A questo punto il Presidente, Dino Artusi procede all'analisi dei punti indicati all'O.d.g.


Sul punto 1, il Presidente consegna ai presenti una brochure sulle iniziative U.C.A ed illustra in particolare lo stato delle adesioni al “Comune Amico del Turismo Itinerante” i numeri delle aree di sosta cosiddette “Camperstop”, le Convenzioni con Agricamp, il Parcheggio Assistenza Degenti negli Ospedali, UCA lex. UCA Tour, leggendo sia i numeri totali nazionali che parziali riferiti all'area d'interesse specifico, ovvero il Nord- Est

Sul punto 2. all'ordine del giorno il Presidente invita il sig. Gianvittorio Zucco responsabile nazionale dell'iniziativa “ Montagna Amica del turismo itinerante” ad illustrare nei dettagli tale progetto. Il sig Zucco, dopo aver spiegato ai presenti l'opportunità e l'utilità per i comuni montani, dotati di parcheggi a ridosso degli impianti sciistici di risalita di riservare piazzole di sosta dotate di servizi ai Camperisti, invita tutti i club a collaborare per portare avanti non solo tale iniziativa ma anche tutti gli altri progetti UCA in cantiere (Comune Amico, Ospedali ecc) ed ottiene un impegno da parte dei presenti in tal senso. Informa inoltre che grazie all'incessante lavoro di un Club Veneto e precisamente il Club Feltrino e Primiero di cui è anche il Presidente, è stato possibile ottenere da parte del Comune di Mezzano che, sottolinea si trova in Provincia di Trento la prima adesione al progetto Montagna Amica. Il comune di Mezzano è il primo comune del Trentino Alto Adige diventato “ Montagna Amica del Turismo Itinerante”.

Prende la parola il sig, Fabrizio Bonatti del Marco Polo Camper club il quale relaziona i presenti sullo stato delle aree di sosta nel veronese ed informa con l'occasione sulla divisione degli incarichi decisa all'interno del suo Club: Fabrizio Bonatti delegato U:CA, Flavio Superbi, Presidente.

Sul punto 3 all'O.d.g il Presidente rinnova e caldeggia un'iniziativa già prospettata in anni precedenti e precisamente quella riguardante la realizzazione di una Vetrofania dell'U.C.A, una specie di biglietto da visita e un decalogo da apporre sul parabrezza degli Automezzi, sulle norme di comportamento del camperista che faciliti il compito ai Vigili Urbani ed alle Forze dell'Ordine durante le soste. A tale proposito viene sollevato il problema dei Noleggiatori di camper i quali pur di ottenere il proprio fine commerciale, non impongono ai propri clienti alcuna regola di comportamento, anzi, al contrario, dicono loro che tutto è concesso.

https://fbcdn-sphotos-a-a.akamaihd.net/hphotos-ak-prn2/1403247_726280880716064_1903928979_o.jpgSul punto 4 Il Presidente considera la possibilità di una partecipazione come UCA alla Fiera di Ferrara, esposizione del tempo libero in grande sviluppo. Viene valutata la possibilità di utilizzare in collaborazione del Club R.I.V.A.R.S. di Gorizia lo spazio espositivo a loro riservato già da tre o quattro anni. Il sig Dino Artusi su delega del Presidente Nazionale UCA, sig Ivan Perreira contatterà il Sig Claudio Galliani per mettere a punto l'iniziativa.

Sul punto 5, Camping Card, le procedure per la richiesta e l'emissione rimangono invariate rispetto all'anno precedente così come il loro costo ( 4,00 €).

Sul punto 6, viene ribadito che la consegna delle targhe Comune Amico e Montagna Amica del turismo itinerante devono seguire l'iter procedurale indicato dal Presidente UCA Ivan Perreira ovvero: in primis deve farsi la cerimonia di inaugurazione dell'area di sosta e poi a seguire la cerimonia di consegna targa del Comune Amico alla presenza del Sindaco che indossa la fascia tricolore.

Sul punto 7 viene affrontato l'argomento delle felpe da acquistare con i loghi UCA e Club di appartenenza. Si esamina la situazione allo stato attuale discutendo di costi e preventivi.

Altro argomento affrontato riguarda la collaborazione fra i vari club per la partecipazione reciproca ai vari raduni e gite organizzate da ciascuno.

Da rilevare infine un'osservazione del sig Gaspare Alagna del club dei Bisiaki che lamenta un'eccessiva burocratizzazione UCA per determinati adempimenti.

Dopodichè null’altro essendoci da discutere e deliberare, la seduta viene tolta alle ore 19,00 previa lettura e sottoscrizione del verbale.

S. Azzolini C. Franceschetti




Sappada -Montagna Amica-


SAPPADA – MONTAGNA AMICA DEL TURISMO ITINERANTE


Il 7e 8 Dicembre 2013 a Sappada ha avuto luogo presso la sala consigliare del Comune la cerimonia di consegna al sindaco della targa “Montagna Amica del turismo Itinerante”.

Nell’occasione il presidente del Camper Club Feltrino e Primiero signor Gian Vittorio Zucco ha organizzato un raduno denominato “alla scoperta delle antiche borgate”

Il programma predisposto per il sabato 7 dicembre aveva lo scopo di far ammirare ai partecipanti al Raduno le bellezze di questa importante stazione sciistica che entra, dopo Cutigliano, nel progetto “Montagna Amica del Turismo Itinerante”.

Tuttavia, i pochi camperisti che hanno partecipato al raduno, causa la copiosa neve presente in tutta la vallata, non hanno potuto fare la passeggiata tra le contrade perché il freddo che faceva era veramente pungente e il vento forte e freddo sembrava tagliare la pelle. Così l’Assessore allo Sport e al sociale signor Marco Rossa ha ha preferito portarci a visitare il museo etnografico “Giuseppe Fontana” di Cima Sappada che raccoglie le testimonianze, manufatti, oggetti dell'antica civiltà di Plodn.

La visita guidata è stata interessante e simpatica e un ringraziamento per la capacità di tenere il pubblico attento va all’anziana guida che ci ha fatto rivivere gli anni della nostra giovinezza.

Terminata la visita al museo, il freddo era sempre più grande e così, sempre accompagnati dall’Assessore Rossa, alcuni sono andati in camper, altri a messa, altri hanno visitato il mercatino natalizio, organizzato nel cortile adiacente alla chiesa dove abbiamo potuto ammirare prodotti tipici della montagna e del Bellunese. Ad allietare la serata c’era un complessino composto da fisarmonica e chitarra che suonava canzoni popolari e di successo. Il tutto condito con vin brulè’ offerto ai camperisti che avevano aderito al Raduno.

La Domenica mattina alle ore 10,30 presso la sala consigliare del Comune di Sappada appuntamento con il Sindaco signor Alberto Graz. Che ci aspettava per la consegna a Sappada della targa di “Montagna amica del Turismo Itinerante” .

La cerimonia è stata breve ma intensa. Il Coordinatore per il triveneto signor Dino Artusi ha letto la lettera di saluto del nostro coordinatore nazionale Ivan Perriera rivolta al sindaco, e poi ha esposto al pubblico le iniziative più importanti portate avanti dall’Unione Club Amici, spiegando l’importanza di lavorare per creare posti parcheggio camper negli ospedali per l’assistenza ai malati gravi, oppure l’iniziativa Camper Stop o Comune Amico del Turismo Itinerante. Al termine il Sindaco Alberto Graz ho ringraziato e salutato i presenti, ricordando che Sappada ha 1300 abitanti e durante l’anno sono presenti 4500 camperisti che contribuiscono in maniera notevole all’economia della cittadina montana.

Quindi ha fatto notare che l’Amministrazione comunale vede di buon occhio i camperisti perché sono parte del tessuto urbano e della loro economia.

Al termine della cerimonia l’Amministrazione Comunale ha offerto a tutti i presenti un rinfresco a base di prosciutto di Sauris, formaggi tipici e aperitivi. La festa è stata utile e carina. L’unico inconveniente è stato il freddo che ha condizionato le presenze, il programma e la possibilità di stare all’aria aperta e fare passeggiate.

A nome dell’ Unione Club Amici ringrazio il Sindaco per aver aderito a questa bella iniziativa che da modo ai camperisti di essere presenti anche nelle aree destinate agli impianti di risalita e godere così delle montagne più belle del mondo.

Dino Artusi.


Nuova Area Sosta..



A MEZZANO UNA NUOVA AREA CAMPER

con vista mozzafiato sulle Pale di San Martino

Il borgo del Primiero, appena insignito –unico in Trentino- del titolo di “Comune Amico del Turismo Itinerante”, ha allestito, ai margini del paese, nei pressi del campo sportivo,

una comoda e funzionale base per camperisti. Subito inaugurata con il raduno

“Nel paese delle cataste di legna” organizzato dal Camper Club Feltrino e Primiero.


PB020166.jpgPB020151.jpgDSC_6876.jpgOltre un centinaio i camperisti partecipanti al raduno “Nel paese delle cataste di legna” organizzato dal Camper Club Feltrino e Primiero in collaborazione con l’amministrazione comunale, hanno inaugurato lo scorso weekend la nuovissima area di sosta allestita ai margini del borgo di Mezzano di Primiero. Contestualmente al raduno e all’inaugurazione ufficiale dell’area di sosta denominata L’Arca, il Comune di Mezzano, nelle persone del sindaco e dei rappresentanti della giunta comunale, ha ricevuto dal presidente del Camper Club Feltrino e Primiero Gian Vittorio Zucco e dal coordinatore dell’area Nord-Est Dino Artusi dell’Unione Club Amici (federazione che opera su tutto il territorio nazionale a favore di tutti i camperisti) l’attestato di “Comune Amico del Turismo Itinerante”, oltre alla cartellonistica stradale prevista per chi aderisce appunto all’omonimo progetto: Mezzano è il primo, e al momento unico, Comune del Trentino dello speciale circuito al servizio dei camperisti.


Con l’allestimento della nuova area camper in via del Pian (GPS 46° 9’ 10” N 11° 48’ 43” E) Mezzano, già meta di un turismo slow e consapevole interessato a riscoprire le radici rurali del borgo e noto per la sua collezione di cataste di legna artistiche che ne fanno uno straordinario museo all’aria aperta, si candida a base ideale per esplorare l’intera Valle del Primiero. Le piazzole, tutte con vista memorabile sulle Pale di San Martino, sono 20, con approvvigionamento di acqua e corrente elettrica e la possibilità di scarico fogne. A breve saranno disponibili anche servizi e docce. L’area è aperta tutto l’anno.


La gestione dell’area è affidata a Vinicio Simion (cell. 342.0716262, e-mail


viniciosimion@vodafone.it).


Con un destino da sempre legato alla natura e alla montagna, Mezzano non poteva che dare un benvenuto concreto a chi della natura ha fatto una ragione di viaggio. Approfittando delle nuove piazzole, i camperisti potranno soggiornare al cospetto di montagne magnifiche, nel cuore di un territorio verde, pur senza rinunciare ai comfort e la sicurezza di un’area attrezzata.


Per informazioni: Comune di Mezzano, tel. 0439.67019, info@mezzanoromantica.it e www.mezzanoromantica.it.





Non solo gite..........



NOTIZIE DALL’UNIONE CLUB AMICI


Come tutti i Soci sanno, il nostro Club aderisce all’Unione Club Amici, organizzazione nazionale che si occupa di tutelate gli interessi di tutti i camperisti nei modi più svariati con iniziative che variano da quelle a carattere prettamente umanitario (parcheggi per i nostri mezzi all’interno degli Ospedali per coloro che assistono malati magari a lunga degenza) a quelli molto più pertinenti al viaggio ed alla vacanza come ad esempio, le iniziative relative ai Comuni amici del turismo itinerante o ai Camper Stop.

In questa occasione vogliamo segnalare l’iniziativa in atto da parte dell’UCA relativa all’adesione dei comuni montani alla nuova campagna “Montagna Amica del Turismo itinerante” in cui il Presidente Ivan Perriera ed il responsabile per la nuova iniziativa Gian Vittorio Zucco si sono recati presso i vari assessorati dei Comuni di Auronzo, Feltre, Mezzano, San Martino di Castrozza, Siror e Sappada, per perorare la causa dei parcheggi da destinare al turismo itinerante. Ci preme sottolineare come questi colloqui siano stati molto utili anche dal punto di vista operativo con consigli anche molto validi per la sistemazione dei parcheggi e dei servizi già esistenti (si cita a titolo esemplicativo il parcheggio di Misurina).

Il nostro intendimento è quello di far conoscere a tutti i nostri Soci e non, della sempre solerte attività della nostra associazione che è bene ricordare annovera come aderenti altre cento club sparsi in tutta Italia.

Per portare a conoscenza di tutti di come agisce l’Unione Club Amici e di tutto il lavoro anche di convincimento che viene svolto a monte delle tante iniziative promosse, riportiamo di seguito la corrispondenza via mail tra il responsabile nazione UCA Ivan Perriera ed il Sindaco di Auronzo con riferimento ad una visita effettuata presso l’area di sosta camper di Misurina.


Carissimo e gentile Sindaco,

durante il mio viaggio sulle Dolomiti ho attraversato il suo delizioso paese e sono rimasto incantato dalla sua posizione, cura e pulizia. Colpito dalla sua bellezza, ho deciso, nonostante non fosse in programma, di fermarmi qualche ora decidendo di fermarmi nel parcheggio per i camper. E lì, caro sindaco, ho trovato ben altra realtà. Un campo indegno perfino per gli zingari di peggiore provenienza. Polvere, abbandono, incuria. Immagino (non potrebbe essere diversamente) che il suo comune abbia già previsto una sistemazione del parcheggio, fra l’altro stracolmo di turisti provenienti da ogni parte d’Italia (e non solo) e che questa sia solo momentaneamente gestita in modo così diverso dal comune. Voglio precisare che durante il mio tour sono stato a colloquio, per loro richiesta, con il Sindaco di Feltre, Vicesindaco e Assessore al Turismo di Mezzano, Vicesindaco di Siror (a San Martino di Castrozza) e, infine, con l’assessore del Comune di Sappada.Tutte queste città hanno già un’area di sosta (e anche belle) ma ciononostante è stata chiesta la mia consulenza per migliorare l’affluenza, servizio e gestione delle aree. Ecco perché, non me ne voglia, mi permetto di suggerirle di visitare un sito www.colonninelettriche.it per la sistemazione dei servizi minimi d’accoglienza, colonna per carico e scarico ed erogazione della corrente elettrica, tutte con GETTONIERA in modo che il comune possa, non solo ammortizzare la spesa ma, una volta ripagate le strutture, avere dei fondi per la gestione in perfetto ordine dell’area. Il turismo itinerante è ormai l’unico settore che possa garantire presenze per tutto l’arco dell’anno ed è arrivato il momento di considerarlo al pari delle altre tipologie di turismo, attrezzando adeguatamente delle aree per tali finalità. Inutile sottolineare, caro sindaco, che all’interno delle autocaravan si trovano famiglie di tutti i tipi ma tutti di fascia medio alta che possono ancora permettersi di tenere importanti capitali su quattro ruote solo per il fatto di aver scelto una gestione delle proprie vacanze diverse da quelle alberghiere verso le quali non sono certo in contrasto, in quanto non tolgono nulla (semmai riempiono i loro ristoranti), ma semplicemente preferiscono, come nel mio caso, utilizzarli durante le trasferte di lavoro, dal lunedì al venerdì. Mi permetto di inviare questa e-mail anche al Presidente del Camper Club Feltrino e Primiero, dott. Gian Vittorio Zucco, che ha curato gli appuntamenti dei quali le ho già parlato e che le proporrà di aderire ad uno dei progetti (Montagna Amica del Turismo Itinerante o Comune Amico del Turismo Itinerante) promossi dall’Unione Club Amici www.unioneclubamici.com, federazione che mi onoro di presiedere dal 1996. Sono certo che condividerà quanto le ho scritto e scusandomi per la lunga e-mail, invio cordiali saluti.

Risposta:

Egregio Signor Perriera,

mi scuso per il ritardo dovuto anche a miei problemi di salute. La sua comunicazione si somma alle molte arrivate sempre riguardanti il parcheggio per i campers a Misurina. Abbiamo esaminato e cercato alcune soluzione per porre rimedio sia alla dislocazione del parcheggio magari scambiandolo con quello attualmente usufruito dalle automobili, sia dal punto di vista del pagamento orario che permetterebbe la sosta senza pagare l’intera giornata. Non è assolutamente nostra intenzione trattare i camperisti in maniera poco consona. Cia stiamo lavorando e spero proprio che per la prossima primavera la situazione sia cambiata. La ringrazio per la sua attenzione e per aver sottoposto alla nostra attenzione alcuni possibili rimedi per migliorare la situazione attuale. La ringrazio inoltre per aver segnalato i siti riguardanti le associazioni dei camperisti con le quali ci metteremo in contatto. La saluto con la certezza che Lei vorrà continuare ad usufruire delle bellezze di Misurina.

Saluti Daniela Larese Filon – Sindaco di Auronzo di Cadore


Resterai sempre con noi..



AL CARO AMICO GIOVANNI


E’ con molto dolore e amarezza che diamo la triste notizia che il nostro caro amico Giovanni Marella ci ha lasciato dopo un periodo di malattia molto travagliato che ha saputo tenere tra le mura familiari al solo scopo di non arrecare preoccupazione al propri cari ed amici. Da questo giornalino che sappiamo essere da lui particolarmente amato, esprimiamo tutte le nostre più profonde condoglianze alla moglie Patrizia ed alla sua famiglia a cui il nostro Club ha voluto dimostrare il nostro affetto con una folta partecipazione di Soci alle esequie. Immaginiamo di interpretare la volontà della moglie Patrizia nel ringraziare tutti coloro che hanno voluto partecipare così numerosi al funerale.

Mercoledì 18 settembre, l’incontro bimensile dei Soci non è stato gioioso e sereno come il solito ma dedicato quasi esclusivamente al ricordo che tutti abbiamo dell’amico Giovanni, con la sua simpatia e la battuta sempre pronta.

A testimonianza dell’affetto di cui Giovanni godeva presso i soci del Club, pubblichiamo un breve ricordo pervenutoci in redazione e che volentieri pubblichiamo di seguito.

Giovanni,

ti mando un commosso saluto; lo faccio anche a nome di tutti gli amici del Club “I Girasoli” . Oggi ti pensiamo con grande dolore, ma il ricordo di te è immenso. Ci hai trasmesso sempre la tua viva allegria, il tuo modo spensierato di essere e di socializzare. Questo rimarrà sempre dentro di noi in modo indelebile. Con te eravamo felici, avevi sempre la battuta spiritosa, a volte ironica, ma sempre appropriata e mai offensiva.

Grazie Giovanni, ci mancherai tanto! Sappi che il ricordo di te rimarrà incancellabile; ci hai trasmesso una lezione di vita che vorremmo saper ripetere.

Alla cara Patrizia, moglie affettuosa, un abbraccio forte. Ti siamo vicini, sappi che il tuo dolore è grande quanto il nostro.

Enrico.

Il Club


Lunardon Rino e Olga

60° anniversario



Due nostri conosciuti “campeggiatori” festeggiano i 60 anni di matrimonio, Olga e Rino Lunardon.
Leggiamo la loro storia.

“Ho cominciato a fare campeggio 65 anni fa, con la tenda, dal mare alla montagna, quando si faceva campeggio libero con il Gruppo della Montagna di Bassano del Grappa. In quei tempi si andava a Moso e a Sesto di Pusteria, non c'era il campeggio e il proprietario del terreno passava ogni mattina a riscuotere le cento lire per tenda; gli si diceva di aprire un bel campeggio e lui rispondeva che per aprirlo avrebbe dovuto cedere il terreno ad un italiano; il figlio ci è riuscito, con l'aiuto di amici italiani, ed ora è un campeggio di montagna tra i più attrezzati. Venduta la tenda abbiamo acquistato, a rate, una bella roulotte da Adami di Limena. Con questa si girava molto più facilmente. Abbiamo consumato più auto: le Fiat 1500 e 125 e l'Alfa

Romeo Giulietta. Su e giù, dalla montagna al mare e viceversa, come penso abbiamo fatto tutti noi amanti della vita all'aperto. Ricordo quando si andava al mare con i cinque nipoti e mi piaceva perché ci facevano sentire giovani. Quanti panini al mattino! Ci siamo divertiti per tanti anni. Un bel giorno, facendo quattro passi a Bassano con due nipotini, siamo passati davanti un concessionario di auto e li c'era un camper in vendita. Ai nipotini è piaciuto subito e dicevano "nonno dai, lo compriamo!" . Come potete ben immaginare il nonno per accontentarli lo ha acquistato. È stata una svolta nella nostra vita. Il camper è fatto per viaggiare ed abbiamo iniziato subito. Dopo un piccolo giro di prova a Pasqua ad Alberobello e Gargano ad agosto, con il figlio Franco, la moglie Marilisa e il piccolo Matteo abbiamo fatto il tour della Corsica. Lo abbiamo fatto in senso antiorario, così in quelle strade strette ci siamo trovati dal lato degli strapiombi sul mare e, per ben due volte, mia moglie Olga è scesa dal camper dalla paura ed il clacson del camper è caldo ancor oggi da quanto ho suonato. Ma è stato un bel battesimo tant'è che l'anno successivo, con lo stesso equipaggio, siamo andati a Capo Nord. Siamo partiti a pieno carico, sfruttando ogni centimetro di spazio e con una bella scorta di valute estere, non c'era l'euro! Il programma di viaggio è stato più volte modificato in base alle condizioni meteorologiche. È stato anche il viaggio dei traghetti, ne abbiamo presi molti e proprio allo sbarco sull'isola di Capo Nord sono incappato in un controllo della polizia norvegese: l'alcol-test. È stata una vergogna risultare positivo a causa di mezza birra bevuta durante il pasto e ci hanno tenuti fermi per una mezz'ora poi hanno chiesto al comandante :- cosa facciamo con questo italiano? E lui sconsolato :- lasciatelo andare! (forse sapeva che un veneto non può avere il tasso alcolico a 0). Arrivato alla meta mi sono rilassato all'interno della sfera osservando l’oceano al tramonto. C'è tanto da raccontare.... i panorami che cambiavano dopo ogni curva, tante cascate, tanti fiordi, le case rosse dei pescatori con la luce esterna sempre accesa e le isole Lofoten. Nel paese di A” siamo andati al museo del baccalà. All'interno la guida stava intrattenendo una quindicina di persone ma quando ci ha sentito parlare italiano ha lasciato la comitiva per venirci incontro e chiedere subito da dove venivamo. Venezia/Vicenza/Bassano del Grappa .. ah! conosco! .. perché io vengo sempre a Sandrigo per la festa del baccalà. Com'è piccolo il mondo. Il nuovo amico ci ha poi aiutato a preparare una cassa di legno con 20 kg di baccalà che abbiamo portato a casa. Quante cose ci sarebbero da raccontare di questa bellissima Norvegia, così come per l'Irlanda, la Scozia, la Cornovaglia, la Danimarca, l'Olanda, la Loira e Bretagna, Portogallo, Parigi e Mont Saint-Michel dove, per festeggiare il nostro anniversario dei 50 anni, siamo andati con tutti i figli e nipoti noleggiando altri due camper. E la nostra Italia che ha sempre un paesino da offrire o un borgo da riscoprire, la Sicilia, la Calabria, la Sardegna, conosciuti grazie ad amici di viaggio e ai club con i quali ho "camminato": Club Vicenza, Palladio, MotoCaravan Club d'Italia, e con il Club Amici del Camper I Girasoli con il quale spero rimanere socio ancora per parecchi anni.

Un matrimonio in viaggio, con un buon mezzo che non mi ha mai lasciato a piedi e che mi ha dato tante soddisfazioni ma soprattutto con una Compagna che ha condiviso questa passione con amore, mia moglie Olga, con la quale spero di vivere ancora tanti anni assieme perché ............c'è sempre un raduno che ci aspetta!”


Le iniziative di Unione Club Amici:



                                           

Obblighi Statutari..Relazione Annuale



RELAZIONE ATTIVITA’ DEL CLUB ANNO 2012

In ottemperanza alle disposizioni statutarie, in data 17 aprile 2013 si è tenuta la consueta assemblea dei soci per l’approvazione del Bilancio Consuntivo 2012 e del preventivo 2013.

Dopo i saluti del Presidente, il Segretario del Club Dr. Sandro Azzolini ha sottolineato in primo luogo il sostanziale equilibrio finanziario del nostro seppur modesto bilancio, grazie anche alle entrate conseguite in occasione dell’organizzazione del prolungamento del 36° Euroraduno a Venezia. Il numero degli iscritti è rimasto pressoché stabile, in linea con le intenzioni del Direttivo. Dato il sempre crescente numero di partecipanti alle varie iniziative proposte che hanno sempre incontrato un grado elevato di soddisfazione, si sono ripresentate le difficoltà operative da parte degli organizzatori che però sono sempre state affrontate con competenza, dedizione e serenità.

Il Dr. Azzolini ha ricordato che il Consiglio Direttivo del Club è stato rinnovato nel mese di gennaio ed ha visto l’entrata di due nuovi consiglieri nelle persone della Sig.ra Roberta Rossi e della Sig.ra Anna Galesso, con l’uscita volontaria del Sig. Narciso Corò. Ha sottolineato quindi la collaudata gestione del Club e la bontà della conduzione dello stesso. Nel corso dell’anno trascorso, il Club si è occupato non solo di viaggi di piacere ma anche di iniziative di carattere culturale, sociale ed umanitario, secondo quanto previsto anche dello statuto.

Il Direttivo, come in passato, ha deliberato l’erogazione di contributi per le spese sostenute nel corso dei vari eventi per il pagamento di guide, biglietti di entrata in musei, visite a pinacoteche e quant’altro. Sono state quindi elencate le 18 uscite programmate in particolare per i fine settimana cui vanno aggiunte la Festa Sociale e il pranzo per i saluti di fine anno. E’ stata ricordata inoltre la nostra partecipazione nella gestione dell’accoglienza dei camperisti alla festa del “Zogo dell’Oca” di Mirano.

Continuando la sua relazione, il Segretario ha ricordato che nel corso del 2012 non ha avuto luogo l’annuale Raduno Nazionale in occasione della “Fiera dei Bisi de Pianiga” perché nello stesso periodo il Club è stato impegnato nella realizzazione e gestione per conto dell’Unione Club Amici del prolungamento a Venezia del 36° Euroraduno. Impegno che ha visto la partecipazione attiva sia del Direttivo che di un congruo numero di Soci che hanno contribuito con la loro dedizione allo strepitoso successo della manifestazione che nel corso di una settimana ha gestito la presenza di oltre 200 persone in visita alla città lagunare. E’ stata quindi una gratificazione per tutti ed in particolare per il nostro Club il cui Presidente Dino Artusi si è impegnato unitamente al Direttivo per la realizzazione dell’evento. E’ stato ricordato che il 24/11/2012 presso la sede del nostro Club si è svolta l’assemblea dei Presidente UCA del Nord Est nel corso della quale è stato riconfermato Coordinatore il ns. Presidente Dino Artusi.

Procedendo nel resoconto il Dr. Azzolini ha sottolineato come il Direttivo abbia operato in modo proficuo riunendosi con regolarità per deliberare sulle varie iniziative del Club che in genere hanno conseguito sempre un buon successo sia dal punto qualitativo che della partecipazione.

A tale proposito sono stati ringraziati tutti coloro che si sono adoperati per organizzare le varie gite e che a vario titolo hanno collaborato per il buon andamento gestionale citando in particolare il Presidente del Club Dino Artusi per la sua opera di coordinamento, Carlo Franceschetti per la redazione del giornalino, Franca Bissacco per l’attività di tesoreria, Dino Contin quale referente per la scelta dei ristoranti e Narciso Corò quale punto di riferimento per le gite in montagna.

Per quanto concerne la previsioni operative per il 2013, il Segretario del Club conferma la volontà dei responsabili di mantenere una gestione di tipo familiare molto elastica e senza formalismi contendo il numero dei Soci intorno alle 110 unità. Visti i lusinghieri risultati, per le varie iniziative continueremo ad adottare gli stessi criteri di gestione adottati fino ad oggi. In particolare per i viaggi, il Segretario ha auspicato un sempre maggior numero di Soci che si adoperino per la loro realizzazione in modo anche da sollevare coloro che fino ad oggi si sono accollati tale onere con maggior frequenza.

Fondamentale sarà la continuazione dei buoni rapporti di collaborazione con la Scuola Media Giovanni XXIII° di Pianiga che come noto ci mette a disposizione l’Aula Magna per i nostri incontri quindicinali. Cercheremo collaborazione e naturalmente buoni rapporti con i Club vicini in modo da creare eventualmente nuove amicizie e collaborazioni.

Particolare attenzione è stata posta sul rispetto del nostro Regolamento Sociale che deve essere applicato con scrupolo in particolare per i lunghi itinerari in viaggio con molti camper.

Anche per coltivare il prestigio del nostro Club, dovremo consolidare la nostra presenza alle Fiere ed eventi organizzati dall’UCA o dai Club Aderenti. Oltre alle consuete gite di fine settimana, organizzeremo come di consueto la festa sociale, la festa d’Autunno e la festa per i saluti di fine anno. Ci impegneremo al ripristino del Raduno in occasione della Fiera dei Bisi di Pianiga che quest’anno raggiungerà la XIIIa edizione e che tante soddisfazioni ci ha dato nelle precedenti annate. Sarà utile infine partecipare alle fiere di settore per i motivi più volte citati e, per quanto riguarda gli eventi, ripristinare la “Gita Ferragostana” che in tempi passati aveva suscitato notevole interesse e partecipazione.

A riguardo delle attività promozionali, ci impegneremo per aprire nuove convenzioni con aziende locali e a promuovere le adesioni alla Camping Card a prezzi assolutamente concorrenziali con gli altri Club.

Per quanto riguarda i viaggi, il Segretario conferma che saranno sostanzialmente di due tipi: quelli a carattere conviviale e quelli soprattutto a carattere preminentemente culturale. Ci impegneremo per una gestione del Club sempre più agevole e sburocratizzata favorendo l’amicizia tra i soci. Per coloro che organizzano gite/eventi sarà previsto un rimborso spese quantificato dall’organizzatore stesso che sarà corrisposto da un componente del Direttivo partecipante alla gita o direttamente dal tesoriere del Club.

La redazione del giornalino è impegnata nella persona di Carlo Franceschetti e collaboratori per migliorare l’impostazione grafica e dei contenuti del giornalino stesso auspicando in particolare piena collaborazione da parte di tutti per l’invio di diari di bordo o esperienze di viaggi per la loro pubblicazione.

Per venire incontro anche alle esigenze dei soci è stata conferma la frequenza quindicinale dei nostri incontri. Inoltre, considerato anche l’elevato numero di partecipanti alle varie iniziative, cercheremo di dare maggior consistenza alle “Gite della Lavagna” in modo da venir incontro alle esigenze di un maggior numero di Soci.

Il Segretario ha ricordato infine la necessità di evitare disdette alle gite all’ultimo momento salvo naturalmente i casi di gravi motivi personali. Questo a riguardo in particolare delle spese per guide e prenotazioni varie che in tal modo si dilatano essendo i costi divisi tra un ridotto numero di persone. Si ricorda ancora una volta infatti che le quote di partecipazione vengono stabilite in base solo ai puri costi senza alcuna maggiorazione da parte del Club che comunque, se necessario, interviene a coprire eventuali spese impreviste. Per l’argomento viaggi, l’invito finale è stato quello di attenersi scrupolosamente al programma proposto che, per quanto possibile, deve essere seguito fino alla fine.

In ottemperanza allo statuto, il Club si impegnerà a devolvere nel limite delle proprie possibilità qualche contributo per promuovere azioni benefiche a fronte di problematiche che via via si presenteranno nel corso dell’anno. Al termine dell’esauriente esposizione, la relazione del Segretario è stata sottoposta al voto dei presenti che l’anno approvata all’unanimità. Concludendo la serata il Presidente ha quindi ringraziato il Segretario per l’attività svolta nel corso dell’anno.

C. Franceschetti


Fiera di Roma

I Girasoli alla 24° Fiera di Roma2013


Bel tempo e successo di pubblico


Dobbiamo subito dire che nell’ambito della Fiera di Roma si svolgono contemporaneamente due manifestazioni. La prima è la fiera del “mare” con imbarcazioni di tutti i tipi e dimensioni e tutto quello che riguarda l’acqua, denominata BIG BLU. La seconda è Outdoors Experience che riguarda i Camper, gli accessori e tutto quello che ha a che a che fare con l’Aria Aperta o Plain Air. Si sono visti segnali positivi e di solidità per Outdoors Experience, la manifestazione dedicata al Turismo all’Aria Aperta e al Camper, conclusa domenica 24 Febbraio in contemporanea come detto con Big Blu, con una affluenza di pubblico confortante nonostante la tornata elettorale che ha fatto registrare oltre 93.000 presenze. La kermesse consolida il suo ruolo di riferimento per gli appassionati del turismo itinerante e della vacanza all'aria aperta, con una vitalità incoraggiante che è stata elemento di soddisfazione da parte delle imprese e degli operatori presenti. Tra la folla a caccia di novità, idee e occasioni di acquisto, le avvisaglie sono state quelle di un settore che cerca, nonostante la crisi, di rimanere compatto e continuare ad essere produttivo. Oltre 16.000 i mq espositivi con una crescita notevole rispetto alla scorsa edizione, anche se il settore dei camper è risultato

lievemente in contrazione. “Il Salone del Turismo all’Aria Aperta e del Camper– ha dichiarato Stefano Baldassarri responsabile del Progetto – è una necessità accorata per il comparto perché parte dalla domanda del pubblico del centro sud che rivendica una manifestazione con una connotazione territoriale più idonea alle proprie esigenze . L'auspicio è che anche da scelte come queste possa arrivare un rilancio del settore Turismo en plein air e degli sport all’aria aperta in tutta Italia ma soprattutto al centro sud che è patria di luoghi, culture e usanze troppo spesso sottovalutate.” La grande novità di questa edizione è comunque stata l’attenzione dedicata agli sport all’aria aperta. Una rete multi disciplinare di sport outdoor, ha animato il Salone: dal trekking all’alpinismo per grandi e piccoli con prove e percorsi tecnici, al beach volley che grazie alla collaborazione con il Comitato Regionale Lazio della Federazione Italiana Pallavolo (FIPAV), ha dato vita ad una quattro giorni di incontri di elevato spessore tecnico e agonistico nei campi allestiti all’interno del padiglione nei quali si sono cimentati nomi come i fratelli Lupo e Emiliano e Fabrizio Manni con il coinvolgimento anche delle scuole di Roma. Grande il successo riscosso poi dall’automobilismo fuoristrada, altro modo di interpretare le mille sfaccettature del vivere Outdoor, grazie a spettacolari dimostrazioni e prove dei piloti delle UISP che si sono alternati alla guida dei loro bolidi in un’area esterna di oltre due ettari, in un’atmosfera da Grandi Raid. Basata su questi elementi Outdoors Experience appare ormai un appuntamento non solo consolidato ma irrinunciabile per rilanciare un mercato con potenzialità ed aspettative che non possono e non devono mai essere trascurate.

Lo stand dei Girasoli era quello messo a disposizione dall’Unione Club Amici.

Nella sala riunioni della Fiera, al Capannone 1 si è tenuta l’elezione del nostro Coordinatore Nazionale Ivan Perriera, e sono stati eletti i coordinatori interregionali dell’Italia Centrale, della Calabria e Basilicata, e della Sicilia e Sardegna, mentre il Coordinatore per il Triveneto Dino Artusi era già stato eletto il 24 Novembre a Pianiga nella riunione di cui abbiamo ampiamente parlato nei passati Notiziari del Club.

In questa riunione abbiamo dato vita alla nuova Iniziativa denominata “Montagna Amica”, iniziativa che è volta a sollecitare le amministrazioni comunali montane a riservare aree e/o parcheggi ai camperisti che desiderano in inverno sciare o in estate fare passeggiate o escursioni in montagna. L’iniziativa riguarda tutta l’Italia e a questo fine sono stati eletti dei responsabili che per la nostra Area del Triveneto è il signor Gianvittorio Zucco, presidente del Club Feltrino Feltre e Primiero, (Belluno). Per quanto riguarda l’iniziativa Camper Assistance, (Parcheggi negli ospedali ai camperisti con familiari ammalati bisognosi di assistenza) l’incarico di portare avanti i rapporti con gli ospedali è stato dato a Gianfranco Zocca, presidente del Club Arance di Natale, in provincia di Vicenza. L’esperienza fatta dal nostro Club a Roma è stata più che positiva in quanto siamo stati invitati a convegni organizzati dalla Faita, Associazione Campeggiatori, convegni dove il nostro Club ha pubblicamente espresso il punto di vista dei camperisti relativamente ai campeggi italiani. - L’augurio che faccio è che queste manifestazioni possano servire, da un lato a incrementare il giro d’affari delle aziende, ma anche a migliorare le strutture che ospitano in questi casi con prezzi più accettabili di quelli attuali. Dino Artusi

I Girasoli a Carrara: Tour.it 2013

CARRARA 2013 – TOUR.IT

Il Club quest’anno non ha partecipato all’edizione 2013 della Fiera Tour.it di Carrara.

I Girasoli, come già in precedenti occasioni, aveva no dato la loro disponibilità ad essere

presenti e a monitorare lo stand dell’Unione Club Amici che come ogni anno è presente a

questa importante manifestazione per ricordare al pubblico questa grande Associazione

che, nata alcuni anni fa in sordina, può oggi vantare un folto gruppo di Club associati

sparsi in tutta Italia. A causa del maltempo, quindi, in accordo anche con la dirigenza UCA

ha preferito dare forfait e non affrontare un viaggio così impegnativo.

Questa organizzazione (Unione Club Amici) nata per essere di aiuto ai camperisti, in

pochi anni ha visto aumentare i propri associati fino a 114 Club aderenti. Nelle Fiere che

noi andiamo a presenziare e che sono Carrara, Novegro (Milano), Parma, Napoli e Roma,

la nostra presenza sembra molto gradita al grande pubblico e moltissime persone si

fermano allo stand UCA per vedere i programmi, quali gite, raduni, escursioni che i nostri

Club organizzano nel territorio. Quando si fermano per chiedere chi siamo e cosa

facciamo, spieghiamo che oltre ad organizzare gite e raduni stiamo da tempo portando

avanti delle interessanti iniziative che riguardano i camperisti quale ad esempio le richieste

che facciamo presso La Direzione Sanitaria degli ospedali (ASL territoriali) per chiedere

che siano messi a disposizione nei parcheggi alcuni posti per i camper i cui proprietari

abbiano persone ricoverate e bisognose di assistenza. Questo per evitare che chi ha il

camper per fare assistenza a un proprio caro gravemente ammalato non sia costretto ad

andare in albergo. Un’altra iniziativa è quella del “Camper Stop”, che in parole povere

significa che per fermarsi a dormire una notte in un posto “sicuro”, quale ad esempio un

Camping, non dobbiamo essere costretti a dover paga re per le poche ore di sosta notturna la tariffa intera ma una ridotta. Altra iniziativa è quella del “Comune Amico del Turismo Itinerante”, che prevede che i nostri Club associati UCA presenti nel territorio chiedano al proprio Comune di costruire un’area sosta camper per poter dar modo a chi viaggia di potersi fermare, fare acqua e scaricare senza dover entrare nei Camping o in strutture private. Molte altre ancora sono le iniziative che la nostra Unione Club Amici sta portando avanti quali ad esempio Uca Lex, Uca Tour, AGRItour , e altre, delle quali parleremo in altra occasione.

Per quanto riguarda Carrara, a detta delle maestranze, tutti sembrano molto soddisfatti dei

risultati di Tour.it 2013. Tutti gli indicatori che determinano il successo di una

manifestazione sono positivi e anche nelle ultime o re di apertura è stato registrato il

continuo ingresso di visitatori. Asseriscono infatti che, nonostante tutto, questa del 2013

sia stata una delle migliori edizioni.

Ribadiscono che questo è stato possibile grazie all’impegno degli espositori ma anche

delle Associazioni degli imprenditori del comparto e da quelle che rappresentano il

“turismo itinerante”. Ormai, sia gli espositori sia gli appassionati del turismo itinerante

considerano Tour.it l’evento di apertura dell’anno, un appuntamento dove si trovano i

nuovi mezzi e le edizioni più aggiornate; inoltre si può approfittare dei club locali per

visitare e fare una vacanza sul Tirreno completata da escursioni e visite guidate

nell’entroterra. Queste erano le dichiarazioni ufficiali dei “responsabili” di Tour.it, ma i nostr

i amici che sono stati allo Stand Uca sette giorni non la pensano proprio così. I colleghi p

residenti che hanno presenziato allo stand riferiscono infatti che i visitatori nei primi tre

giorni sono stati più o meno come per gli anni precedenti, mentre nei giorni finali il calo è stato evidente. Questo non per demerito degli organizzatori, sia ben chiaro, ma per le avverse condizioni metereologi che che hanno fermato i camperisti alla tradizionale visita fieristica. Infatti, i nostri amici ci riferiscono che stando al comunicato stampa della Direzione i visitatori siano stati 150.000, mentre la stampa locale ha scritto che i visitatori da una prima stima erano 80/90.000. A causa infatti delle nevicate sulla Toscano e su tutta l’Italia del Nord e Centro Italia, non si è assistito a un grosso

flusso di visitatori. Inoltre gli stand erano in numero inferiore di quelli presenti negli anni precedenti, e la diminuzione di espositori sembra essere stata del 30% rispetto al 2012. Per finire, i capannoni aperti al pubblico erano uno di meno di quelli dell’anno

scorso. Anche i due Raduni organizzati dalle associazioni locali hanno diminuito notevolmente il numero dei partecipanti e questo sempre a causa del maltempo ...... io aggiungo anche a causa della crisi e della mancanza di soldi che in giro si fa presto a percepire .... Senza dire del prezzo del gasolio ..... Da tutto questo emerge in primis una situazione stagnate della nostra economia, un calo nei consumi cui consegue un calo dei visitatori e degli espositori.

Per questi ultimi vanno poi rilevati gli elevati costi di partecipazione alle fiere oltre ch

e il numero cospicuo di aziende del settore che chiudono i battenti per mancanza di vendite e degli alti costi di gestione. Speriamo che questa situazione abbia a durare poco e si addivenga ad un miglioramento di questa fase economica in modo che tutti noi possiamo continuare a godere con una certa spensieratezza i nostri momenti di svago, con un la voro ed una vita migliore per tutti.

Dino Artusi

Riunioni di Micologia


SERATE MICOLOGICHE


Mercoledì 6 e 20 febbraio, presso la sede del Club ed in luogo delle consuete riunioni del Club, si sono tenute due serate dedicate al tema dei “Funghi”. L’iniziativa è stata voluta dal Presidente del Club supportato dal Direttivo e dal ns. Socio Sig. Giovanni Di Stasio, esperto dell’argomento.

Ha introdotto la prima delle due serate il Presidente del Club Sig. Dino Artusi che ha presentato il relatore Sig. Giuseppe Costiniti (detto Pino), esperto micologo, in rappresentanza dell’Associazione Micologica Bresadola (AMB). La serata è stata presentata con il titolo “Il meraviglioso Mondo dei Funghi” ed è stata improntata in particolare sulla “divulgazione” dell’argomento funghi e sulla “prevenzione” che bisogna fare per evitare di soccombere davanti ad un buon piatto di funghi.

             
Non è mancata a grandi linee la descrizione delle finalità dell’AMB, associazione a livello nazionale, che ha come obiettivi principali il raggruppamento delle associazioni micologiche in Italia, l’approfondimento degli studi dei funghi, il collegato campo dell’ecologia, obiettivi scientifici e sanitari.

Si è passati quindi a parlare del bosco (l’ambiente naturale dove nascono e crescono i funghi), con il ruolo degli animali in esso viventi, la diversa tipologia di boschi e delle norme per un buon comportamento dell’uomo che entra nel bosco.

Si è parlato quindi dei caratteri morfologici e della tossicità dei funghi che può avere una incubazione breve ma anche molto lunga (fino a 25 giorni).

Il tutto è stato supportato da diapositive molto belle che ci hanno aiutato a capire le argomentazioni del relatore.

Nel corso della seconda serata introdotta dal Vice Presidente del Club Carlo Franceschetti, il nostro esperto e Socio Sig. Giovanni Di Stasio ha evidenziato come non si finisca mai di conoscere i funghi per la complessità dell’argomento ed ha dibattuto sull’argomento sotto il profilo in particolare della loro commestibilità. Supportato da foto molto belle ha descritto alcuni tipi di funghi molto comuni nelle nostre zone soffermandosi sulla modalità di osservazione delle loro parti come ad esempio il gambo, il cappello, le lamelle, l’anello e le spore. Il tutto è stato animato dalle numerose domande dei convenuti che hanno in questo modo dimostrato l’apprezzamento per la bella lezione micologica.

Entrambe le relazioni si sono concluse con un sentito applauso da parte dei numerosi partecipanti ed i ringraziamenti dovuti ad entrambi i bravi relatori da parte dei responsabili del Club per l’organizzazione delle due serate veramente interessanti.

C. Franceschetti.